Conoscere, difendersi ed eliminare lo Spam - Conticello.it
Conticello.it il mondo dei programmi freeware contact us
header programmi gratis
 
utenti online: 51




 
 
  Conoscere, difendersi ed eliminare lo Spam
 

Spam: Conoscilo, evitalo, eliminalo!




Cos'è lo Spam

Oggi vorrei parlare di questo termine usato spesso in internet: lo Spam.

Quando possiamo dire di essere soggetti a "Spam"? Ogni volta che riceviamo delle e-mail non richieste. Pensiamo ai messaggi pubblicitari di siti appena aperti, messaggi pornografici, oppure alle centinaia di e-mail in inglese che pubblicizzano prodotti medici. Lo Spam è tutto questo.


Moltissimi utenti ogni giorno sono soggetti allo spam, questo avviene perchè il loro indirizzo e-mail è stato "catturato" sulla rete ed è stato inserito in una "Spam List".
Le Spam List sono delle liste di indirizzi e-mail, che vengono condivise dagli spammer (i mittenti di queste e-mail). In modo da avere sempre indirizzi nuovi, attivi e funzionanti per poter contattare utenti ignari dei prodotti che si vogliono pubblicizzare.

L'azienda Sophos nella sua ultima indagine sullo spam, ha stilato una classifica dei paesi da cui "parte" il maggior numero di e-mail spazzatura. E tra i primi dieci classificati troviamo anche l'Italia. Primi tra tutti gli Stati Uniti con il 19,6% dello spam totale, seguiti da Cina e Corea del Sud. L'Italia si piazza al 10° posto insieme al Regno Unito con il 2,8% dello spam totale.




 
Le astuzie degli Spammer

Bloccare lo Spam non è semplice. Gli spammer infatti utilizzano tutte le astuzie per rendersi anonimi e non essere bloccati: vengono utilizzati account con dati anagrafici fasulli, nel caso in cui il loro fornitore di servizi sospenda il loro account. Inoltre sfruttano le debolezze di alcuni server che vengono usati per recapitare la loro enorme quantità di e-mail.

I fornitori di e-mail e servizi internet si sono mobilitati per arginare il problema con filtri antispam centralizzati, che con diverse tecniche cercano di bloccare lo spam prima che arrivi nelle caselle degli utenti finali, in modo da limitare il lavoro dei loro server. Vengono utilizzate liste che contengono i mittenti conosciuti come spammer, o il riconoscimento automatico di parole all'interno del testo che permettono la cancellazione automatica di questi messaggi, per non sovraccaricare il sistema. Purtroppo molte di queste mail riescono comunque a passare questi filtri e a raggiungere gli utenti.


 
I consigli

Gli spammer sono sempre in agguato. Usano infatti dei programmi che navigano in modo automatico tra le pagine internet, in cerca di indirizzi e-mail pubblicati. Immaginate un sito dove nella pagina "contatti" viene indicato un indirizzo e-mail che è possibile contattare. Questi programmi trovano l'indirizzo e lo salvano nella spam-list. Per evitare al minimo il rischio di spam, durante la navigazione si devono avere alcune accortezze:

La prima è sicuramente di non lasciare in commenti, pagine web, o spazi personali il proprio indirizzo e-mail leggibile a tutti. Oggi vengono utilizzati dei metodi per scrivere l'indirizzo e-mail senza che questo sia utilizzabile dagli spammer. Per esempio basta aggiungere una parola che dovrà essere tolta per poter utilizzare l'indirizzo ad esempio: [email protected] In questo modo la persona che vi vorrà contattare dovrà semplicemente togliere la parola "TOGLIMI" dall'indirizzo. I programmi degli spammer non sanno fare questo lavoro e quindi aggiungeranno nella Spam List un indirizzo sbagliato!

Un altro importante consiglio è quello di non rispondere mai alle e-mail di spam, anche se alla fine dell'e-mail ci può essere un collegamento per chi volesse cancellarsi, spesso questi collegamenti hanno proprio l'effetto contrario: dopo aver cliccato lo spammer viene avvisato che il vostro indirizzo è attivo e viene letto. A quel punto il vostro indirizzo sarà ancora di più bombardato da e-mail spazzatura.

Se però siete già oggetto di Spam non c'è molto da fare. Si può procedere con una denuncia al provider dello spammer, per avviare dei controlli. Ma spesso non sono risolutivi. Esistono però molti programmi che permettono di filtrare la posta in arrivo dallo spam. Questi programmi controllano i messaggi in arrivo, verificano l'oggetto o il testo del messaggio e se un messaggio viene riconosciuto come spam viene automaticamente spostato nel cestino. Uno di questi è SpamFighter, che integra una innovativa funzione: permette di segnalare lo spam che non è stato filtrato. Questa segnalazione "insegna" al programma a riconoscere lo spam in modo più accurato. Ma la vera novità di questo processo è che queste segnalazioni vengono condivise in internet con tutti gli alttri utenti del programma. In modo da avere un database sempre aggiornato di tutto lo spam che circola in rete. Per avere sempre una protezione efficace e attuale.

 

Per iniziare anche voi ad avvantaggiarvi della protezione antispam, potere utilizzare il banner qui sotto che vi permetterà di ottenere la versione Gratuita per uso privato di SpamFighter.




 
Commenti su questo articolo
Da: Anonimo
Lascia qui il tuo commento:
 



 
 
`
.
© 2008 - Free Templates By Zymic.com - Content by Conticello.it - 100% Valid HTML 4.01 Transitional!
home contatti

free templates free web templates free photoshop templates free website templates free layouts free web designs free website designs webmaster resouces photoshop tutorials html tutorials css tutorials php scripts zymic zymic templates